24 cose da fare a Cracovia, la più bella città della Polonia

English Version

Globeteller per un giorno: Victoria Moretti, che ha lavorato e vissuto per 4 mesi a Cracovia, ha fatto per noi una lista di 24 cose da fare nella città che da molti è considerata la più bella della Polonia.

Fate un giro in carrozza
Nella piazza Rynek Glowny (ci sono 11 strade che ci arrivano, è facile arrivarci), troverete moltissime carrozze tutte in fila, in attesa dei turisti. Le tariffe per un giro partono da 150 zl, i percorsi sono diversi ma vi consigliamo di scegliere l’itinerario che da piazza mercato vi porta a Wawel Hill (30 minuti). Sfortunatamente i conduttori non vi faranno da ciceroni e non vi daranno informazioni su ciò che state vedendo, ma è un buon modo per fare conoscenza con la città.

Gustatevi una cioccolata calda
Se visitate Cracovia d’inverno, dopo un giro in carrozza o per le strade della città avrete sicuramente bisogno di una bevanda calda per scaldarvi un po’. Nella piazza principale troverete Starbucks, Costa e molti altri cafè famosi, ma vi suggeriamo di prefereire un locale tipicamente polacco in cui gustarvi le ottime cioccolate locali, il E.Wedel in particolare.

Ascoltate il suono delle trombe
Allo scoccare di ogni ora, dall’alto della Basilica di Santa Maria, un trombettista suona l’inno polacco a cinque note per quattro volte di fila, ognuna in direzione di un punto cardinale. L’inno è un brano chiamato “Hejnal Mariacki”, un’espressione di origine ungherese che significa “Santa Maria è triste” e ricorda il trombettista che, nel XIII secolo, fu ucciso con uno sparo alla gola per aver dato l’allarme prima dell’attacco dei Mongoli.

viaggio a cracoviaLa Basilica di Santa Maria
Visitate questa spettacolare chiesa gotica costruita nel XIII secolo e ricostruita 100 anni dopo. È alta 80 metri ed è famosa per la pala in legno dell’altare, il polittico più grande del mondo (13mt x 11mt), scolpito da Veit Stoss.

La chiesa di Santa Barbara
Immediatamente dietro la Basilica, si trova la piccola piazza Mariacki che nel suo centro ha la piccola chiesa di Santa Barbara, costruita nello stesso stile gotico della sua sorella maggiore. Fino al XIX secolo ospitava un cimitero (Santa Barbara è patrona della buona morte), ed ecco perchè sulle mura esterne troverete una statua con teschio e ossa.

chiesa bella da vedere cracoviaLa statua di Adam Mickiewicz
Sempre nella piazza del mercato centrale c’è la statua di Adam Mickiewicz, chiamato semplicemente Adash dai suoi connazionali: il più grande poeta, drammaturgo e attivista polacco del XIX secolo.

Basilica di Santa Maria, Cracovia

Basilica di Santa Maria, Cracovia

Mangiate pierogi
All’ora di pranzo, provate il piatto più caratteristico della cucina polacca: i pierogi. Li troverete in qualsiasi ristorante, ma i “Pierogarnia” sono specializzati in questi ravioli ripieni di formaggio, patate, carne o frutta. I più diffusi sono i “Ruski”, ripiedi di formaggio e patate e conditi con burro fuso e cipolle bollite.

pierogi poloniaIl Mercato dei Tessuti
Il palazzo più grande della piazza è un’icona del Rinascimento. Centro di scambi e commerci internazionali, è diventato sito UNESCo nel 1978. Al piano superiore si trova il Sukiennice Museum dove è custodita la più grande collezione permanente di arte moderna polacca. Dopo la visita, potrete godervi un po’ di shopping nel piccolo mercato sottostante.

mercato dei tessuti cracoviaLa statua bendata di Eros
Dall’altra parte della piazza, nell’angolo a Ovest, noterete una grande testa di bronzo, una scultura che l’artista polacco Igor Mitoraj (1944-2014) donò alla città e che inizialmente nessuno sapeva dove mettere. Poi, inaspettatamente, divenne una grande attrazione turistica.

statua eros cracoviaLa Torre dell’Orologio
Vicino alla testa di Eros c’è la bellissima Torre dell’Orologio, alta 70 metri, che rappresenta tutto ciò che rimane del vecchio municipio di Cracovia, demolito nel 1820, in cui erano situate le prigioni della città e la stanza delle torture usata nel Medioevo. L’entrata è sorvegliata da una coppia di leoni che provengono dal palazzo della famiglia Morstin.

Il Museo Sotterraneo
Se siete curiosi di scroprire la storia di Cracovia, visitate il Museo Storico della città, aperto solo un anno fa quando, durante alcuni scavi per il rinnovo del manto stradale, venne scoperta una città sotterranea: la Cracovia antica.

La piccola piazza mercato
Accanto alla piazza principale c’è la “piccola piazza mercato”, che nel corso dei secoli ha cambiato identità parecchie volte, trasformata da mercato del pesce a scuola parrocchiate e poi da parcheggio d’auto a ciò che potete vedere oggi.

La porta Florianska
Percorrete via Florianska, godetevi i suoi innumerevoli bar, negozi e ristoranti, fino ad arrivare alle mura e alla torre gotica che anticipa la porta Florianska, ciò che rimane delle fortificazioni erette per far fronte all’avanzata turca.

La collina Wawel
Se ve la sentite di fare una piccola salita, prendete l’entrata sulla sinistra delle due che vi troverete di fronte arrivando ai piedi della collina: vi condurrà su una strada un pochino ripida ma dalla quale vi godrete la vista migliore sulla città e sulla Vistola. Benvenuti nella fortificazione di Wawel.

Collina Wawel, CracoviaIl Castello Reale di Wawel
Continuando a camminare sul sentiero, vi troverete di fronte al grande castello voluto da Casimiro il Grande (1333-1370), formato da un gran numero di edifici costruiti tutti intorno alla corte centrale. Potrete visitare le stanze di rappresentanza, gli appartamenti reali e i giardini.

La Dama con l’Ermellino
All’interno del castello ci sono due mostre permanenti: “Arte Orientale” e “Il Wawel Perduto”. In quest’ultimo trovrete “La Dama con l’Ermellino” di Leonardo Da Vinci.
La Cattedrale di Wawel
La cattedrale, piena di storia e tradizioni, è una chiesa cattolica che veniva usata per le incoronazioni dei regnanti polacchi.

La statua del Papa
Di fronte alla cattedrale, si trova la statua dedicata a Papa Giovanni Paolo II (1978-2005): Cracovia era la sua amata città natale.

Mangiate lo Zapiekanka
Lo Zapiekanka è il tipico street-food polacco: un sandwich aperto ricoperto di salsa di pomodoro, formaggio e funghi, servito con ketchup.

Camminate lungo la Vistola
La Vistola è il fiume polacco più lungo. Nelle giornate di sole è il luogo perfetto per rilassarsi e fare una passeggiata, circondati da cigni, papere, gabbiani e moltissima natura.

fiume vistola cracoviaLa statua del Dragone
La statua del Dragone, dedicata a Smok, il mitico drago che secondo la leggenda terrorizzava la collina di Wawel, sputa fuoco vero diverse volte al giorno!

Kazimierz, il quartiere ebraico
Entrate nel quartiere ebraico, sperimentatene la cucina e visitate la sinagoga (dove gli uomini devono indossare la Kippah). Fino al XIX secolo, Kazimierz era un’area indipendente dal punto di vista amministrativo, una città a sè stante del Regno di Polonia. La sua popolazione era metà cristiana e metà ebrea ma, durante l’occupazione tedesca, gli ebrei vennero trasferiti nel ghetto di Cracovia, prima di essere deportati nel campo di concentramento di Auschwitz.

La piazza degli Eroi del Ghetto
Durante la Seconda Guerra Mondiale, questa piazza era il punto di partenza per migliaia di persone che venivano deportati dal ghetto ai campi di concentramento. La scultura in bronzo che vedrete è un’opera di Piotr Lewicki e Kazimierz Latak. Se avete tempo a disposizione e se vi sentite preparati emotivamente, vi consigliamo di visitare il campo di Auschwitz-Bikernau: un’esperienza importante che vi cambierà la vita, direttamente nel cuore di una delle più grande mostruosità umane.

Per una gita fuori porta, non perdetevi le Miniere di Sale di Wieliczka.

Nessun commento ancora

Lascia un commento